Matisse di Tiziana Cazzato

Non innamorarsi di “Matisse a quattro zampe” è praticamente impossibile. Questo cucciolo di cane ti guarda con questi suoi occhioni dolci e ti fa intenerire il cuore. Il libro scritto da Tiziana Cazzato, edito dalla casa editrice Lupo Editore e illustrato da Valentina D’Urbano, è una favola per bambini deliziosa.

La storia narra di questo cucciolo che viene adottato da una nuova famiglia. Il distacco dalla mamma si sa è sempre doloroso, ma Matisse incontra nel suo cammino due donne gentili che lo accolgono in casa come se fosse figlio loro: la sua “Signora”, così la chiama lui, sempre vestita di nero e donna di gran classe e la figlia, la Signorina Gambalunga, una ragazza solare e piena di vita. Per ambientarsi il piccolo Matisse, Yorkshire italiano dotato di una forte personalità, inizia a segnare il territorio, a delimitare i suoi spazi e a farsi conoscere per com’è: bello, un gran golosone, un pò artista dotato di rara intelligenza e a volte presuntuoso, dolce, affettuoso, amante persino della scrittura e con una missione speciale: riportare l’armonia e regalare un sorriso ed una speranza nuova alle famiglie bisognose di affetto, cure e attenzioni.

Matisse di Tiziana Cazzato è una favola sui generis, che non inizia con il solito “C’era una volta”, è contemporanea e mette in luce il male della nostra epoca: la solitudine che spesso è accompagnata dal dolore. Matisse porta con sè un messaggio speciale e ridona forza, coraggio e ti abbraccia solo col suo sguardo che infonde nei cuori una fiducia ritrovata e la voglia di continuare a credere che una vita migliore sia possibile. Matisse infatti c’insegna a non abbatterci, ad affrontare ogni prova che la vita ci pone davanti con determinazione e che nulla è impossibile se si rimane uniti.

Leggetelo ai vostri figli ed abbracciateli. Con Matisse al loro fianco si sentiranno meno soli e potranno immergersi in una lettura piacevole perché il caro Matisse, reso reale dalle magnifiche illustrazioni di Valentina D’Urbano che sono un tripudio di colori variopinti e curate nei minimi dettagli, sa regalare davvero grandi emozioni ed appassionare i cuori.

Qui di seguito l’intervista che la scrittrice mi ha gentilmente concesso.

Buona lettura!

1) Matisse è un amore di cucciolo tenero e morbido.
Perché scegli come protagonista del tuo libro proprio un cagnolino?

Ho conosciuto Matisse ed era proprio come si descrive nel libro: tenero, dolce, intelligente. Un personaggio davvero straordinario, l’ideale per diventare protagonista di un libro. Volevo condividere le emozioni che ha portato nella mia vita, immaginando che potesse regalare un sorriso anche a chi lo conosceva attraverso le pagine.

2) Il distacco dalla famiglia, in particolare dalla mamma, può risultare doloroso.
Matisse con quale atteggiamento lo affronta?

Arriva per tutti il giorno in cui dobbiamo lasciare casa, separarci dai nostri genitori, vivere la nostra vita. Accade anche agli animali: anche Matisse scopre, molto prima di quando lo scopriamo noi uomini, che crescere significa anche separarsi. E mi viene in mente, mentre parliamo di questo tema, il libro di Enrico Ianniello, “La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin”, dove c’è un meraviglioso passo in cui la madre spiega a Isidoro lo “sparte e capisce”: “tutte le cose che crescono se sparteno, si separano: la pera cade dall’albero dove è nata, il cacciottiello si allontana dal cane che l’ha fatto…” Anche la madre in qualche modo lo spiega a Matisse, che è triste all’idea di doversi allontanare dal caldo e affettuoso corpo della sua mamma, ma nello stesso tempo ha una gran voglia di scoprire il mondo e di vivere la sua vita.

3) La sua Signora e la figlia, la Signorina Gambalunga, lo accolgono con grande affetto in casa propria.
Come si svolgerà la nuova vita di Matisse?

L’arrivo di Matisse nella casa e soprattutto nella vita della Signora vestita di nero e della signorina Gambalunga segna un grande cambiamento per tutti e tre. All’inizio com’è naturale che sia Matisse combina dei piccoli guai: è uno spirito libero e crede di poter fare tutto quello che gli viene in mente. Scoprirà di dover rispettare le regole impostegli dalle sue padroncine, ma farà anche lui delle richieste e le due donne impareranno a rispettare i suoi spazi e a comprendere i suoi bisogni. Devono costruire insieme un nuovo equilibrio, riprogrammare le giornate, guardare con un nuovo sguardo al loro essere famiglia. Le vite dei protagonisti quindi cambiano in modo inatteso, non prevedibile e scoprono insieme che la vita riesce a superare l’immaginazione.

4) Definiamo la sua personalità con tre aggettivi.

Matisse è, come direbbe lui, bello, intelligente e, come dico io, presuntuoso.

5) Il tuo è un libro composto da bellissime e coloratissime illustrazioni.
Com’è nata la collaborazione con Valentina D’Urbano?

La bellezza della vita è anche negli incontri, che avvengono nel modo più variegato e io sono sempre felice di conoscere nuove persone: sono un vero dono per conoscersi, conoscere, scoprire, arricchirsi. Sono grata di tutte le persone che ci sono, ci sono state e ci saranno nelle mie giornate e alle occasioni che ci permettono di incrociare le nostre strade. La mia e quella di Valentina D’Urbano, scrittrice e illustratrice, sono state intrecciate dal mio editore, Cosimo Lupo. È lui che mi ha proposto Valentina come illustratrice, che è riuscita a raccontare la storia di Matisse attraverso immagini favolose. Attraverso le immagini e i colori riesce a far nascere nel cuore emozioni tenere, dolci e anche una simpatia nei confronti di questo angelo a quattro zampe.
Ringrazio la Lupo Editore anche di questo incontro prima professionale e che si è poi trasformato in un’amicizia.

6) Scrivere storie per bambini è più complicato di scrivere storie per un pubblico adulto?

Per rispondere alla tua domanda, dovrei iniziare a scrivere per adulti. Penso solo che nella scrittura bisogna manifestare sempre il rispetto per coloro che ci leggono, indipendentemente dall’età. Una storia che possa piacere, che sia scritta bene. Avere davvero qualcosa da raccontare.

7) Perché dovremmo amare Matisse?

L’amore non conosce perché. Chi vuole amarlo, lo faccia perché è semplicemente Matisse!

8) Qual è la morale del libro?

Ho raccontato una storia, per il semplice piacere di raccontarla. Ognuno trova nelle righe quello che gli fa vedere la sua sensibilità, il suo cuore. Nei vari incontri con i bambini, erano loro a farmi scoprire la storia e il personaggio. Loro hanno letto l’amore per gli animali, l’attenzione che dobbiamo avere verso i bisogni degli altri, chiunque essi siano. E qualcuno ha scoperto che non basta dire a mamma e papà di voler un cane o un gatto, perché poi bisogna prendersene cura.
Vorrei solo esere riuscita a regalare un sorriso e attraverso le pagine raccontare in quanti modi la vita ci sa regalare gioia e compagnia, affidandosi anche a un semplice cagnolino.

9) Quali sono i tuoi prossimi impegni?

Sto terminando la correzione di un nuovo lavoro letterario , un nuovo libro per bambini, e tante nuove idee frullano in testa: ho una gran voglia di scrivere e raccontare. Tante idee e tanti progetti anche in seno all’associazione culturale “LibrArti”, che opera a Specchia e si occupa di promozione della lettura, della cultura e dell’arte. Insomma i miei prossimi impegni sono incentrati sulle mie passioni, con la speranza di condividerle presto con chi ha voglia di emozionarsi.
Prima di tutto, però, voglio ringraziare te, Stefy, di questa piacevole chiacchierata, di questa opportunità, ma soprattutto del tuo blog “Scrivere al femminile” e della gioia di averti “incontrata”.

Annunci

4 pensieri su “Matisse di Tiziana Cazzato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...